images/la_cura_delle_parole.gif

Un dono intergenerazionale

Leggi tutto: Un dono intergenerazionale

Abbiamo prestato fede al potere, al denaro, all’immagine, al nostro piccolo io. E alla paura, soprattutto sotto l’attacco del virus covid-19. Ma non basta ripetere che “la crisi è un’opportunità”, occorre scuotersi per seguire con fiducia le grandi evidenze della realtà che finora sono state oscurate. La prima ricorda che siamo una sola umanità sulla stessa terra. Ogni logica di competizione, di sfruttamento, di respingimento e di “autonomia differenziata” porta a crimini contro l’umanità. Il mio nemico non è l’altro, è il male che viene da cause fisiche imponderabili e soprattutto dalla violenza e dall’iniquità. La vita è la comunità dei viventi. Il suo valore è indivisibile, non si può calcolare in base alla generazione, al genere, all’etnia, al colore della pelle o al censo.

Continua la lettura

Passi di danza per un nuovo dialogo

Leggi tutto: Passi di danza per un nuovo dialogo

Jonathan Bachman, Proteste a Baton Rouge, foto Agenzia Reuters, 2016
utilizzata per il fascicolo di Luciano Manicardi, Contrastare l'odio.

Una donna che apre un nuovo dialogo, coraggiosa, capace di cogliere l’attimo e di allentare la tensione. Un luogo di incontro insolito, ma grazie ai suoi protagonisti, capace di irradiare una nuova via di dialogo. Un gesto semplice per contrastare l’odio serpeggiante tra i due blocchi che possono ancora incontrarsi nella loro comune umanità.

Continua la lettura

Cerco di scendere nel cuore delle cose non ancora nate

Leggi tutto: Cerco di scendere nel cuore delle cose non ancora nate

Paul Klee, Villa R, olio su tela, 1919, 26.5 cm × 22.4 cm, Kunstmuseum Basel, Basilea,
scelto per la copertina del libro Sono un sogno di Dio di Fernando Pessoa.

Nel quadro i ricordi di Klee della bellezza del paesaggio dalla sua finestra affiorano tutti assieme nello stesso momento. In alto due piccole tendine che ricordano la finestra della pensione e anche il sipario del teatro San Carlo, che Klee visiterà per andare a vedere alcuni spettacoli. Il riferimento è anche alla teatralità della città stessa.

Continua la lettura

Intervista a Roberto Mancini

Leggi tutto: Intervista a Roberto Mancini

La lettura è un luogo vivo di incontro, di apprendimento, di creatività, di nutrimento della coscienza e della ragione, del cuore e dell’anima. Come potrebbe diventare obsoleta? Oggi il suo valore è persino maggiore, perché le dinamiche di dispersione della coscienza umana sono diventate più pressanti, subdole e insidiose. La possibilità della coltivazione del pensiero critico, della meditazione, della contemplazione dei significati di ogni cosa, del dialogo con i testi e anche del confronto con se stessi è un dono raro.

Continua la lettura