Gratitudine

136fbfc1a656a76712a9f5a1947639cc.jpg

7 maggio 2021

«Sulla mia fragilità, il Cristo ha maternamente disteso, con la promessa della sua presenza, la certezza della gioia».
Don Michele Do 

Cari amici e ospiti, 

vogliamo condividere con voi la gioia che ci abita per la recente riapertura della vita fraterna nel nostro Monastero presso la Pieve di Cellole; 
vogliamo condividere la gratitudine per le diverse dimostrazioni di affetto e vicinanza di tanti di voi; 

vogliamo condividere la grande consolazione nata dagli inaspettati gesti di amicizia ricevuti; vogliamo condividere con voi la dilatazione del cuore al vedere la numerosa e sentita partecipazione all’eucaristia domenicale che ha ridato voce alle antiche pietre della Pieve di Cellole; 

vogliamo condividere la gratitudine per il sostegno sincero e la presenza a queste prime eucaristie domenicali del vescovo di Volterra Mons. Alberto Silvani e di don Armando Volpi, parroco della Pieve. 

Profonda Gioia e ringraziamento sostengono e insaporiscono la nostra scelta di riprendere la vita fraterna a Cellole, scelta che coinvolge non solo noi presenti in questa terra toscana ma tutti i fratelli e le sorelle della comunità monastica di Bose che hanno offerto e accolto unanimemente questo nuovo inizio. 

Con cuore grato possiamo cantare unendo le nostre voci: «La gioia del Signore è la nostra forza» (Ne 8,10)

Fratel Emiliano 
Fratel Valerio 
Fratel Dario 
Fratel Adalberto