images/newsletter/vangelo_del_giorno/21_01_11_vdg_to_presentazione.jpg

In questa rubrica giornaliera vi proponiamo la meditazione del Vangelo del giorno preparata da un fratello o una sorella di Bose. Il nostro desiderio è di spezzare il pane quotidiano della parola di Dio, condividendo la lectio divina fatta nella solitudine della cella monastica. Per tutti il fine è quello indicato da Ignazio d’Antiochia, “rifugiarmi nel Vangelo come nella carne di Gesù” (Lettera ai Filadelfiesi).

Le pericopi del vangelo seguono il lezionario proprio del nostro monastero.   

“Voi valete più di molti passeri!”

Leggi tutto: “Voi valete più di molti passeri!”

15 ottobre 2021

“Non abbiate paura!” (vv. 4.7): al monito fa seguito un’esortazione, reiterata, rivolta “a voi, miei amici” (v. 4), con una tonalità affettuosa che ricorda in qualche modo il quarto vangelo. È un invito al coraggio. Coraggio di proclamare con franchezza il messaggio di Gesù, sostenuti dalla certezza di essere nelle mani di Dio

LEGGI ANCHE: Nostri desideri e promesse di Dio - XXIX Domenica nell’anno

Continua la lettura

Una chiamata alla verità

Leggi tutto: Una chiamata alla verità

14 ottobre 2021

Gesù vive nella verità, ossia vive pienamente la sua vocazione di Figlio di Dio. Vive nella carne umana il desiderio di Dio per la persona umana. Percorrendo la sua vita nei vangeli veniamo a contatto con la sua autenticità, con la sua unità interiore, e dunque con la sua autorevolezza senza maschere o altri sotterfugi per farsi valere.

LEGGI ANCHE: Nostri desideri e promesse di Dio - XXIX Domenica nell’anno

Continua la lettura

“La giustizia e l’amore di Dio”

Leggi tutto: “La giustizia e l’amore di Dio”

13 ottobre 2021

Il tono delle parole di Gesù ricorda quello dei profeti, quei profeti che cercano disperatamente di svegliare il popolo dall’infedeltà, di farlo ritornare dal suo essersi allontanato dal Signore Dio; quei profeti che cercano di riportare il popolo a riconoscersi appunto come popolo, persone legate tra loro e legate a Dio da un vincolo di alleanza.

Continua la lettura

L’esterno, l’interno

Leggi tutto: L’esterno, l’interno

12 ottobre 2021

Che cosa dà spessore alle nostre pratiche religiose e le rende vitali? Gesù suggerisce di dare “in elemosina quello che c’è dentro”, di condividere quanto possediamo per farne dono all’altro. La giustizia e misericordia, come egli ricorderà nel seguito del discorso, rendono bello e luminoso il nostro cuore perché ci liberano dalla preoccupazione di noi stessi

Continua la lettura

Obbedienza e pace

Leggi tutto: Obbedienza e pace

11 ottobre 2021

Papa Giovanni XXIII – di cui oggi facciamo memoria, nell’anniversario dell’apertura del concilio Vaticano II da lui voluto – ha dato corpo a questo vangelo di amore e di sequela, lui che per ministero era Pietro e per nome assunto era il discepolo amato.

Continua la lettura

“Sii integro”

Leggi tutto: “Sii integro”

9 ottobre 2021

Gesù dice che Abramo “vide il suo giorno”, mentre i suoi avversari deformano la realtà rovesciando soggetto e oggetto, come se fosse Gesù stesso a pretendere di vedere il patriarca! Questo tuttavia provoca la solenne proclamazione della sua divinità: “Prima che Abramo fosse, Io sono”. 

Continua la lettura

Il dono è dono

Leggi tutto: Il dono è dono

8 ottobre 2021

Nel Vangelo di Luca la guarigione di un muto e la discussione sull’origine dei miracoli operati da Gesù si inserisce dopo l’insegnamento sulla preghiera. Solo nel nostro testo Luca riporta la guarigione di un kofós, termine che designa chi è sordo, muto, chi è colpito da un’ottusità dei sensi che gli impediscono la comunicazione

Continua la lettura

Una dinamica di relazione

Leggi tutto: Una dinamica di relazione

7 ottobre 2021

Nello spazio della quotidianità, che per Gesù è la quotidianità del suo rapporto con il Padre nella preghiera, un discepolo gli chiede di insegnargli a pregare. Gesù dona la preghiera del Padre nostro, una preghiera semplice che ci immerge nella profondità della relazione con il Padre, fatta di richieste elementari che descrivono l’ABC della vita umana.

Continua la lettura

Lasciar spazio al fiordaliso

Leggi tutto: Lasciar spazio al fiordaliso

5 ottobre 2021

La “parte buona” (v. 42) è la parte che sa ospitare in sé con amicizia il volto carico di parole e di senso di un altro inatteso. E allora, oltre all’efficienza del necessario, della cura indispensabile per il grano che la quotidianità richiede, oltre al ripetersi di attività, di servizi, di impegni che fanno il necessario della vita, la sfida è di lasciar spazio al fiordaliso, ovvero a quella gratuità nell’incontro con l’altro

Continua la lettura

La beatitudine della mitezza

Leggi tutto: La beatitudine della mitezza

4 ottobre 2021

È grande consolazione e correzione per noi questo vangelo: questo grave fallimento personale, sempre tentazione di scoramento e di mormorazione per noi, è per Gesù evento che lo fa esultare perché vi riconosce anche l’agire di Dio. E così ci insegna a cercare con fiducia una parola di luce in ogni fallimento.

Continua la lettura

Tempo della gioia

Leggi tutto: Tempo della gioia

2 ottobre 2021

Il tempo della salvezza – quello che oggi stiamo vivendo noi – è caratterizzato da questa gioia profonda, non effimera, che sostiene tutta la vita dei credenti nella lotta contro il Divisore e l’Accusatore. Questa gioia alimenta anche la lode di chi, con gli occhi della fede, riesce a scorgere il disegno divino di salvezza nascosto ai grandi, a quelli che pensano di conoscere già tutto di Dio

LEGGI ANCHE: L’amore secondo l’intenzione di Dio - XXVII Domenica nell’anno

Continua la lettura

Ahimé!

Leggi tutto: Ahimé!

1 ottobre 2021

Le parole di Gesù sono certamente severe, ma egli è il primo a percepire un dolore infinito per l’infelice prospettiva che si apre di fronte a chi ha scelto vie di morte, come quando si lamenta alla vista di Gerusalemme, che ha ormai rifiutato di lasciarsi “raccogliere sotto le sue ali” e non ha riconosciuto la “via della pace” che le è stata offerta

Continua la lettura